Ricerca























mod_vvisit_counterVisite Oggi213
mod_vvisit_counterDal 12/06/0913132674

 CERCA IN QUESTO SITO

Ricerca personalizzata
CCNL parrucchieri

CCNL parrucchieri, acconciatori estetica - scheda sintetica, decorrenza, inquadramento dei lavoratori ed aspetti della retribuzione - minimi contrattuali ed altre voci della retribuzione

● Fonti di riferimento

ccnl 3 ottobre 2011 rinnovo

verbale integrativo 25 novembre 2011


● Parti stipulanti 

Confartigianato Benessere - Acconciatori, Confartigianato Benessere - Estetica, CNA – Unione benessere e sanità, Casartigiani, CLAAI – Federnas-Unamem e Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl (*), Uiltucs-Uil


● Decorrenza e durata

1° gennaio 2010 - 31 dicembre 2012


● Campo di applicazione

Imprese artigiane di acconciatura ed estetica, imprese di tricologia non curativa, attività di tatuaggio e piercing e centri benessere a esclusione degli stabilimenti termali e dei centri benessere con sede presso strutture alberghiere e/o navi da crociera, toelettatura di animali ove la stessa sia attività prevalente


Livello

Declaratorie contrattuali

Imprese di acconciatura

1

Lavoratori professionalmente in grado di proporre alla clientela le prestazioni più conformi e funzionali alle caratteristiche dell'aspetto, secondo i canoni delle mode e del costume e funzionali alle esigenze igieniche.

Lavoratori in grado di eseguire permanenti sui capelli corti e lunghi con diversi sistemi in uso, applicazione di tinture nelle varie gamme di colore e decolorazioni la cui miscela da loro stessi preparata deve corrispondere alle necessità occorrenti a quella determinata qualità fisica di capelli, mèches, pettinature fantasia eseguite sui capelli di diversa lunghezza, acconciatura da modello, disegno, stampa e fotografia, ondulazioni a ferro e a phon su capelli lunghi e corti, lavatura della testa e trattamento igienizzato del cuoio capelluto, massaggio drenante e con mezzi meccanici della cute, tutte le tecniche di taglio, preparazione di toupé e parrucche e loro applicazione previo adattamento del cuoio capelluto, pettinatura sui manichini.

Lavoratori che sanno eseguire il tagli della barba intera con la sola forbice in tutte le forme, il taglio dei capelli in qualunque foggia compreso il taglio scolpito a rasoio con acconciatura ad aria calda nelle varie fogge, il massaggio drenante e con mezzi meccanici della cute, acconciatura a ferro, permanente, colorazioni e decolorazioni, preparazione di toupé e parrucche e loro applicazione previo adattamento al cuoio capelluto.

Lavoratori con mansioni impiegatizie di concetto, responsabili della conduzione amministrativa dell'azienda.


2

Lavoratori che sappiano eseguire permanenti su capelli lunghi e corti, nei diversi sistemi di uso, applicazione di tinture e decolorazioni, mèches, pettinature fantasia su capelli lunghi e corti, ondulazioni a ferro e ad acqua, acconciature a phon, piega fissa, messa in piega, ricci piatti, su capelli di diversa lunghezza, lavatura dei capelli, massaggio normale della cute, taglio e frizione.

Ovvero lavoratori che sappiano eseguire correttamente il taglio dei capelli e della barba con rasatura ai lati e con le sole forbici sul mento, e con perfezione la rasatura della barba, taglio dei capelli a rasolo, cachet e massaggio normale della cute.

Impiegati con mansioni amministrative, non inquadrati nel livello superiore, il cassiere e l'addetto alla vendita di prodotti cosmetici.


3

Lavoratori in grado di offrire completa assistenza ed eventualmente di eseguire permanenti, tinture e decolorazioni, ondulazioni a ferro e ad acqua, piega fissa, messa in piega e ricci piatti, su capelli lunghi e corti, taglio e sfumatura dei capelli lunghi e corti, lavatura dei capelli, frizione, che abbiano nozioni di carattere generale, prestazioni semplici di manicure e pedicure esclusivamente estetico.

Ovvero lavoratori che sappiano eseguire il taglio semplice dei capelli, le frizioni, la rasatura della barba, pettinatura ad aria calda.


4

Lavoratori che non hanno compiuto l'apprendistato nel settore o perché hanno superato l'età o perché provenienti da altri settori e in ogni caso privi di attestato professionale. Sono adibiti alle attività volte all'acquisizione della capacità lavorativa espressa al 3° livello.

I lavoratori adibiti alle sole mansioni di pulizia dei locali e degli arredi sono inquadrati permanentemente al 4° livello retributivo.


Imprese di estetica

1

Lavoratori la cui capacità professionale permette lo svolgimento autonomo di tutti i trattamenti dell'estetica specializzata, ivi compreso l'uso delle apparecchiature elettromeccaniche consentite per l'estetica o l'esercizio delle attività di trucco specializzato tipo teatrale, scenico, televisivo.

Sono professionalmente in grado di proporre alla clientela i trattamenti più conformi e funzionali alle caratteristiche dell'aspetto.

Detti lavoratori, oltre ad avere capacità di svolgimento delle mansioni previste ai livelli inferiori devono essere in grado di svolgere trattamenti di estetica specializzata al viso e al corpo di qualsiasi grado di difficoltà con l'utilizzo delle tecniche più avanzate.

Sono in grado di effettuare ogni prestazione di cui ai livelli seguenti, inoltre gestiscono i servizi di sauna e palestra.

Lavoratori con mansioni impiegatizie di concetto, responsabili della conduzione amministrativa dell'azienda.


2

Lavoratori che sotto la guida del titolare o di altro lavoratore inquadrato al 1° livello siano in grado di eseguire tutti i trattamenti dell'estetica compreso il trucco giorno-sera, in grado inoltre di avvalersi delle apparecchiature elettromeccaniche idonee ad ogni trattamento; cassiere, addetto alla vendita dei prodotti cosmetici.

Impiegati con mansione amministrativa non inquadrabili al livello superiore.


3

Lavoratori che, anche utilizzando elementari attrezzature elettromeccaniche, siano in grado di eseguire le seguenti mansioni: manicure, pedicure estetico, depilazione, trattamenti al viso, massaggio al corpo, trucco di base con l'applicazione di prodotti specifici a gradi di difficoltà semplici.


4

Lavoratori che non hanno compiuto l'apprendistato nel settore o perché hanno superato l'età o perché provenienti da altri settori e in ogni caso privi di attestato professionale.

Essi sono adibiti alle attività volte all'acquisizione della capacità lavorativa espressa al 3° livello.

I lavoratori adibiti alle sole mansioni di pulizia dei locali e degli arredi, sono inquadrati permanentemente al 4° livello retributivo.

Imprese di tricologia

1

Lavoratori che coordinano l'attività dei singoli centri, provvedono alle interviste per il trattamento dei capelli, determinando le relative formule e, in caso di necessità, assegnando i tipi di protesi o di parrucchini da applicare. Intervengono per il buon andamento del centro curando in particolare i rapporti con i clienti. Controllano i vari clienti in relazione all'andamento dei trattamenti e creazioni delle protesi, curano gli inventari dei prodotti e protesi.


2

Lavoratori che cooperano con il responsabile del centro nell'attività da questo svolta e eventualmente a loro delegata dal responsabile. Svolgono mansioni che richiedono autonomia di iniziativa nell'ambito delle istruzioni loro impartite e, comunque, con specifica capacità le attività assegnate. Lavoratori che su istruzioni del responsabile del centro, curano la corrispondenza e la contabilità, curano la compilazione dei rapporti giornalieri, fissano gli appuntamenti con la clientela, e in genere svolgono tutte queste funzioni di natura esecutiva necessarie.


3

Lavoratori che eseguono massaggi e applicazioni al cuoio capelluto, rimesse in tensione, confezionamento protesi, approntamento delle trame, righe, shampooing, tinte su protesi, in base alle istruzioni ricevute dal responsabile del centro. Ovvero lavoratori addetti alla produzione dei prodotti tricologici e lavorazione dei capelli. 

Lavoratori che svolgono mansioni amministrative non inquadrate nel livello superiore.


4

Lavoratori che non hanno compiuto l'apprendistato nel settore o perché hanno superato l'età o perché provenienti da altri settori. Essi sono adibiti alle attività volte all'acquisizione della capacità lavorativa espressa al 3° livello.

I lavoratori adibiti alle sole mansioni di pulizia dei locali e degli arredi, sono inquadrati permanentemente al 4° livello retributivo.

Imprese esercenti attività di tatuaggio, micropigmentazione (trucco permanente e camouflage) e piercing

1

Lavoratori in possesso del relativo attestato professionale (nelle regioni in cui è obbligatorio) che coordinano le attività (esecutive, approvvigionamento magazzino, manutenzione strutture e macchinari, gestione clienti, rapporti con autorità e amministrazioni, conduzione amministrativa dell'azienda) dei singoli centri e provvedono alla gestione della linea di condotta professionale e artistica dell'attività coordinando il lavoro dei tatuatori/piercers e del personale addetto alle relazioni coi clienti. La competenza professionale permette loro di svolgere le mansioni dei colleghi di livello inferiore ivi compreso l'uso delle apparecchiature per l'esercizio dell'attività di piercing, tatuaggio o micropigmentazione. Possono delegare personale adeguatamente preparato alla gestione di uno o più aspetti delle attività dei singoli centri.


2

Lavoratori in possesso del relativo attestato professionale (nelle regioni in cui è obbligatorio) che, sotto la guida del titolare o di altro lavoratore inquadrato nel 1º livello, siano in grado di eseguire tutti i trattamenti di tatuaggio, micropigmentazione o piercing secondo la propria competenza comprovata dal responsabile del centro.


3

Lavoratori in possesso del relativo attestato professionale (nelle regioni in cui è obbligatorio) le cui mansioni, all'interno del centro, siano limitate alle attività di segreteria, relazione coi clienti, vendita di eventuale merchandise, cassiere, attività di pulizie e disinfezione e sterilizzazione degli strumenti, pulizia e disinfezione degli arredi e dei locali, preparazione del cliente al trattamento, allestimento del campo di lavoro e pulizia e disinfezione della zona di lavoro dopo il trattamento, assistenza alla poltrona.


4

Lavoratori che non hanno compiuto l'apprendistato nel settore perché hanno superato l'età o perché provenienti da altri settori e in ogni caso privi di attestato professionale. Essi sono adibiti all'acquisizione della capacità lavorativa espressa dai livelli superiori compreso il 3º. La permanenza a detto livello non può superare i 24 mesi.

I lavoratori adibiti alle sole mansioni di pulizia dei locali e degli arredi sono inquadrati permanentemente al 4º livello retributivo.



La permanenza nel 4° livello non può superare i 24 mesi, a meno che si tratti di lavoratori addetti esclusivamente alla pulizia di locali e arredi.

I tirocinanti assunti ai sensi dell'art. 22, L. n. 56/1987, percepiscono, per un massimo di 6 mesi, l'80% della retribuzione globale del 3° livello.

L'accordo di rinnovo 7 luglio 2008 ha previsto l'istituzione di una commissione paritetica per l'aggiornamento della classificazione del personale e i relativi profili ed esemplificazioni.

 


Retribuzione mensile


·       Divisore orario: 173

·       Divisore giornaliero: 26

·       Retribuzione tabellare conglobata: paga base (o minimo tabellare); ex indennità di contingenza; elemento distinto della retribuzione (EDR).



Variazioni retributive per le varie decorrenze


Livelli

Minimo 1/10/2011

Minimo 1/4/2012

Minimo 1/10/2012

1

1.274,75

1.301,31

1.326,71

2

1.164,50

1.188,76

1.211,97

3

1.104,00

1.127,00

1.149,00

4

1.040,91

1.062,59

1.083,33


Scatti di anzianità

Maturazione: 5 scatti biennali.

Decorrenza: dal mese immediatamente successivo a quello di compimento del biennio.

Passaggio di livello: il lavoratore mantiene l'importo degli scatti già maturati e ha diritto a maturare ulteriori scatti fino a raggiungere l'importo complessivo massimo suindicato. La frazione di biennio in corso concorre agli effetti della maturazione del successivo aumento periodico.

Importi: liv. 1:  € 9,30; liv. 2:  € 8,26; liv. 3:  € 7,75; liv. 4:  € 7,23


Indennità

Indennità di cassa: spetta agli impiegati normalmente adibiti a operazioni di cassa con carattere di continuità, con responsabilità per errori nella gestione nella misura del 10% del minimo di retribuzione.


Bilateralità - Elemento aggiuntivo della retribuzione (E.a.r.)

Dal 1º/7/2010, le imprese non aderenti alla bilateralità e che non versano il relativo contributo devono erogare un importo forfetario di € 25 lordi mensili per tredici mensilità annue. L’importo non è assorbibile e incide su tutti gli istituti retributivi di legge e contrattuali, compresi quelli indiretti o differiti, escluso il t.f.r..


□ Arretrati e una tantum


Considerando i 115 euro già erogati nel 2009, ai soli lavoratori in forza al 3/10/2011 sono corrisposti 220 euro in due tranches, la prima di euro 110 con la retribuzione relativa al mese dicembre 2011; e la seconda di euro 110 con la retribuzione di maggio 2012.

Agli apprendisti è riconosciuto, con le stesse decorrenze, il 70% delle somme indicate.


□ Retribuzione ultramensile


Tredicesima mensilità

In occasione del Natale è corrisposta una mensilità della retribuzione globale. La tredicesima matura per dodicesimi. Si considerano anche i periodi di assenza dovuti a congedo matrimoniale, assenze giustificate, malattia e infortunio (nei limiti del comporto), gravidanza e puerperio.

Quattordicesima mensilità

Non prevista

 

Prova


Livelli

Durata

1

3 mesi

2 mesi

45 gg.

4

40 gg.


□ Orario di lavoro


Orario settimanale

40 ore, distribuite su 5 o 6 giorni, calcolate con riferimento a un periodo di 6 mesi, estendibile a 12 mesi dalla contrattazione regionale per esigenze organizzative e produttive.


Giorni festivi

Oltre a quanto previsto dalla legge sono considerati festivi la ricorrenza del Santo Patrono e i giorni  di riposo compensativo domenicale.


Flessibilità

Per far fronte a variazioni di intensità dell'attività lavorativa, è possibile, tramite accordo aziendale, ricorrere a diversi regimi di orario in particolari periodi dell'anno, con il superamento dell'orario contrattuale fino al limite di 48 ore settimanali e per un massimo di 120 ore l'anno. Per le ore prestate oltre l'orario contrattuale spetta una maggiorazione del 10%.


□ Lavoro straordinario, notturno e festivo maggiorazioni


Le maggiorazioni sono da calcolare sulla quota oraria della retribuzione


Tipologia della prestazione

Percentuale di maggiorazione

Lavoro straordinario

25%

Lavoro straordinario notturno

50%

Lavoro straordinario festivo

50%

Lavoro notturno

35%

Lavoro festivo

35%

Domenicale con riposo compensativo

10%


Le maggiorazioni non sono cumulabili tra loro.

Limiti per il lavoro straordinario: 200 ore annue pro capite.

Lavoro notturno definizione: il lavoro svolto dalle 22 alle 6. 

Agli impiegati che prestano servizio il sabato mattina spetta la retribuzione oraria globale maggiorata del 25%.


□ Ferie e permessi annui


Ferie

Sono fissate in 28 giorni di calendario, così distribuiti:

- 20 giorni lavorativi nell'ipotesi di prestazione su cinque giornate (settimana corta);

- 24 giorni lavorativi nell'ipotesi di prestazione su sei giornate.

Dal 1/12/2011 il lavoratore con oltre 5 anni di anzianità, maturata senza soluzione di continuità, ha diritto a 30 giorni di calendario annuali così distribuiti:

- 22 giorni lavorativi nell'ipotesi di prestazione su cinque giornate (settimana corta);

- 26 giorni lavorativi nell'ipotesi di prestazione su sei giornate.

Le festività che cadono durante il periodo di ferie ne determinano il prolungamento. 


Festività soppresse

32 ore di permesso retribuito da godere entro il 31 gennaio successivo all'anno di maturazione. I permessi non goduti nell'anno di maturazione sono liquidati entro il 31 gennaio dell'anno successivo.


Riduzione orario di lavoro (ROL)

È pari a 16 ore annue e matura per dodicesimi (le frazioni di mese pari o superiori a 15 giorni sono considerate mese intero). I permessi non goduti nell'anno di maturazione sono liquidati entro il 31 gennaio dell'anno successivo.


Banca ore

Il ccnl prevede una flessibilità individuale, in base alla quale possono essere recuperate tutte le ore di straordinario, compresa l’eventuale traduzione in termini di quantità oraria delle maggiorazioni spettanti, sotto forma di riposi. Il monte ore  eventualmente non ancora recuperato entro 12 mesi va liquidato con la retribuzione in atto alla scadenza. 


Assenze


Malattia

Conservazione del posto: mesi 9 per anzianità fino a 5 anni; mesi 12 per anzianità oltre i 5 anni; riferiti a un arco temporale pari a 24 mesi in caso di più assenze.

Trattamento economico dal 1°/12/2011: 100% a partire dal 1° e fino al 180° giorno, per malattie superiori a 8 giorni; 100% a partire dal 4° e fino al 180° giorno, per malattie inferiori o pari a 8 giorni


Infortunio sul lavoro

comporto: fino a guarigione clinica e comunque per un periodo non superiore a quello per il quale percepisce l'indennità per inabilità temporanea prevista dalla legge

trattamento economico: 100% per tutto il periodo di assenza


Maternità

Il ccnl non prevede integrazioni a carico azienda dell'indennità erogata dall'Inps.


Congedo matrimoniale

15 giorni consecutivi  retribuiti


Diritto allo studio

150 ore di permessi retribuiti nel triennio.

La contemporaneità nell’utilizzo dei permessi è esclusa nelle aziende fino a 5 dipendenti; in quelle di maggiori dimensioni possono assentarsi contemporaneamente: un lavoratore nelle aziende da 5 a 9 dipendenti; due lavoratori nelle aziende da 10 a 14 dipendenti; tre lavoratori nelle aziende oltre 15; un lavoratore in più ogni 5 dipendenti nelle aziende oltre 15 dipendenti.


Lavoratori studenti

Hanno diritto a permessi retribuiti per ogni giorno di esame.


Congedi per la formazione

Possono assentarsi contemporaneamente: un lavoratore nelle aziende fino a 3 dipendenti (esclusi apprendisti e lavoratori con contratto di inserimento); un lavoratore ogni 3 o frazione nelle altre aziende.

Per frequentare corsi di aggiornamento professionale si può utilizzare un monte ore di 20 ore annue.


Lavoratori tossicodipendenti e loro familiari

Conservazione del posto di lavoro: per tutto il periodo di esecuzione del trattamento riabilitativo e, comunque, non oltre tre anni. 

Familiari di tossicodipendente: possono richiedere di essere posti in aspettativa per massimo tre anni a condizione che il Servizio per i tossicodipendenti ne attesti la necessità per ogni familiare coinvolto. L'aspettativa può essere usufruita anche in modo frazionato, comunque per periodi non inferiori ad una settimana. 


Lavoro a tempo parziale


Lavoro supplementare

E' ammesso, per punte di più intensa attività, necessità di sostituzione di lavoratori assenti, esigenze produttive/organizzative, entro il 50% dell'orario ridotto concordato e compensato con una maggiorazione del 15%.


Clausole flessibili ed elastiche

Al lavoratore spetta un preavviso di 5 giorni e una maggiorazione del 10%. In caso di emergenze tecniche e/o produttive il preavviso può essere ridotto fino a 2 giorni ma la maggiorazione sale al 15%.

Il ccnl specifica i criteri da utilizzare per riproporzionare ferie, comporto per malattia e infortunio, permessi retribuiti e preavviso dei lavoratori a part-time.


□ Contratto a tempo determinato


Casi di ammissibilità e limiti

Al verificarsi di esigenze contingenti o temporanee e nelle seguenti ipotesi:

1) per la sostituzione di personale assente per malattia, congedo di maternità, congedi parentali di cui alla L. n. 53/2000, aspettativa, ferie, per attività di formazione e/o aggiornamento e per effetto della trasformazione di contratti a tempo pieno in part-time, fatti salvi i divieti previsti dall'art. 3, D.Lgs. n. 368/2001;

2) punte di più intensa attività derivanti da richieste della clientela che non sia possibile evadere col normale organico aziendale per la quantità e/o specificità dei servizi richiesti;

3) esigenze di offerta di diverse tipologie di servizi, non presenti nella normale attività.

Nell'ipotesi di assunzione per sostituzione, di cui al punto 1 , è consentito un periodo di affiancamento fino a 90 giorni, tra sostituto e sostituito, sia prima che inizi l'assenza sia successivamente al rientro di quest'ultimo al fine di consentire il passaggio delle consegne.

b) Nelle imprese da 0 a 5 dipendenti, compresi i lavoratori a tempo indeterminato, gli apprendisti ed i lavoratori con contratto di inserimento, è consentita l'assunzione di 3 lavoratori a tempo determinato.

Per le imprese con più di 5 dipendenti e fino a 10, è consentita l'assunzione di un lavoratore a termine ogni due o frazione, con arrotondamento all'unità superiore.

Per le imprese con più di 10 dipendenti, è consentita l'assunzione di un lavoratore a termine nella percentuale del 25% dei lavoratori con arrotondamento all'unità superiore.

Non concorrono ai suddetti limiti i contratti a termine per sostituzione.

Sono in ogni caso esenti da limitazioni quantitative i contratti a termine conclusi nei primi 9 mesi (elevabili fino a 24 mesi dalla contrattazione regionale) dalla fase di avvio di nuove attività.


□ Apprendistato professionalizzante


Periodo di prova

Non superiore a 45 giorni


Durata massima 

- 1º gruppo 5 anni (ridotta di 6 mesi per li apprendisti con titolo di studio post-obbligo di attestato di qualifica professionale): acconciatore/acconciatrice maschile e femminile; estetica - tatuatore/tatuatrice - massaggiatore/massaggiatrice; operatore/operatrice tricologico/a; impiegato/impiegata; addetto/addetta alla reception/vendita prodotti cosmetici.

- 2º gruppo: 18 mesi: manicure e pedicure, esclusivamente estetico.

Il periodo di apprendistato relativo alla qualifica di impiegato e al secondo gruppo non deve comunque considerarsi utile ai fini dell'acquisizione della qualificazione professionale di estetista.

I lavoratori, al termine del periodo di apprendistato, vengono inquadrati al 3º livello, a esclusione degli impiegati che vengono inquadrati al 2º livello.


Trattamento economico

In misura percentuale sulla retribuzione contrattuale (minimi retributivi, ex contingenza ed E.d.r.) del livello di inquadramento finale del contratto:


Apprendisti del 1º gruppo (durata 5 anni)


I sem.

II sem.

III sem.

IV sem.

V sem.

VI sem.

VII sem.

VIII sem.

IX sem.

X sem.

65

65

70

78

85

85

90

90

95

100


Apprendisti del 1° gruppo (durata 4 anni e 6 mesi) con titolo di studio post obbligo o qualifica, da 1/12/2011


I sem

II sem

III sem

IV sem

V sem

VI sem

VII sem

VIII sem

IX sem

65

65

70

78

85

85

90

90

100


Apprendisti del 2º gruppo (durata 18 mesi)


I sem.

II sem.

III sem.

63

80

100


Contratto di inserimento


Periodo di prova

La durata è quella prevista per il livello d'inquadramento attribuito.


Categoria di inquadramento

Inferiore di due livelli a quella spettante per le mansioni per il cui svolgimento è stato stipulato il contratto per il 50% della durata complessiva del contratto di inserimento e inferiore di un livello per il restante 50% di durata del contratto; per lo svolgimento di mansioni rientranti nel 3º livello inferiore di un solo livello per tutta la durata del contratto di inserimento.


Durata

Minimo nove mesi e massimo 18 mesi, 

Soggetti riconosciuti affetti da grave handicap fisico, mentale o psichico: durata massima 36 mesi.


Malattia o infortunio non sul lavoro 

Conservazione del posto: pari a giorni 90, da computarsi per sommatoria nel caso di più periodi di assenza.

Per i lavoratori affetti da grave handicap fisico, mentale o psichico il periodo di conservazione del posto deve essere riproporzionato in base alla effettiva durata del rapporto di lavoro.

Trattamento economico: eguale a quello spettante per i dipendenti di eguale qualifica (operai e impiegati).


Lavoro a domicilio

Non disciplinato


 Somministrazione di lavoro

E’ consentito nei casi di temporanea utilizzazione in qualifiche non previste dai normali assetti produttivi aziendali, nei casi di sostituzione dei lavoratori assenti, nonché nelle seguenti ulteriori ipotesi:

- punte di più intensa attività di natura temporanea derivanti da richieste della clientela cui non possa farsi fronte con il normale organico aziendale per la quantità e/o specificità dei servizi richiesti;

- per l'esecuzione di un servizio predeterminato nel tempo e che non possa essere attuato ricorrendo unicamente al normale organico aziendale;

- per l'impiego di professionalità e specializzazioni diverse da quelle normalmente occupate o che presentino carattere eccezionale o che siano carenti sul mercato del lavoro locale.

I prestatori di lavoro in somministrazione impiegati per le fattispecie di cui sopra non possono superare, per ciascun trimestre, la media dell'8% dei lavoratori occupati dall'impresa con contratto di lavoro a tempo indeterminato.

In alternativa, è consentita la stipulazione di contratti di fornitura di lavoro in somministrazione sino a 5 prestatori di lavoro, purché non risulti superato il totale dei contratti di lavoro a tempo indeterminato in atto nell'impresa.


Lavoro stagionale

E’ possibile, oltre che per le attività previste dal D.P.R. 1525/1963, anche per quei contratti di lavoro riconducibili all’attività concentrata in periodi dell'anno e finalizzata a rispondere all'intensificazione della domanda dovuta a variazioni di consumi collegati a flussi turistici. Ulteriori casistiche possono essere determinate dalla contrattazione regionale.

Nell'arco dello stesso ciclo stagionale la durata complessiva massima sarà di 6 mesi per ogni singolo contratto.


Lavoro intermittente

Non disciplinato


Telelavoro

Non disciplinato


Lavoro ripartito

La retribuzione viene corrisposta a ciascun lavoratore in proporzione alla quantità di lavoro effettivamente prestato.

I lavoratori devono informare preventivamente il datore di lavoro sull'orario di lavoro di ciascun lavoratore con cadenza almeno settimanale.

Gli accordi individuali devono prevedere la garanzia per il datore di lavoro dell'adempimento dell'intera prestazione dovuta da ciascuno dei lavoratori solidalmente obbligati.


Estinzione del rapporto


Preavviso

10 giorni lavorativi, sia in caso di licenziamento che di dimissioni.


Trattamento di fine rapporto

Il ccnl richiama la disciplina legale in materia.





Segnala su OK Notizie!Reddit!Del.icio.us! Facebook!
 

 CERCA ANCORA IN QUESTO SITO

Ricerca personalizzata
Previdenza Professionisti | Diritto Penale | Diritto Amministrativo | Diritto di Famiglia