Ricerca

























avvocati_domiciliatari_diritto_civile.jpg
mod_vvisit_counterVisite Oggi497
mod_vvisit_counterDal 12/06/0911809776

domiciliazioniprevprof.jpg

 CERCA IN QUESTO SITO

Ricerca personalizzata
L'omologazione parziale nel procedimento per ATP
L'omologazione parziale nel procedimento per accertamento tecnico preventivo di cui all'art. 445 bis del cpc, questioni problematiche  
 
 
Argomenti correlati
 
 
 
 
La possibilità dell'omologazione parziale nell'ambito del procedimento per ATP si pone con riferimento ai casi in cui una delle parti abbia contestato le conclusioni peritali solo in parte, ad esempio laddove il CTU abbia riconosciuto la sussistenza dei requisiti sanitari con una decorrenza diversa rispetto a quella della domanda amministrativa ovvero se abbia riconosciuto la sussistenza dei requisiti sanitari per una sola delle prestazioni richieste in via cumulativa.
 
L'opinione prevalente è nel senso di ritenere non solo possibile ma addirittura doverosa l’omologazione parziale dell’accertamento peritale per la parte non contestata.
 
Si è infatti osservato che la possibilità di una contestazione parziale e di una correlata omologazione parziale dell'accertamento consente di scongiurare che vengano proposti più ricorsi per A.T.P. finalizzati ciascuno all’accertamento della sussistenza delle condizioni sanitarie per ottenere una sola tra le diverse prestazioni richieste in via amministrativa, con il conseguente aggravio di lavoro per l'ufficio. Il giudice, in presenza di cause indubbiamente connesse ex art. 33 c.p.c., dovrebbe infatti, ai sensi dell’art. 274 c.p.c., disporne la riunione (ove le stesse pendano dinanzi a sé) ovvero (in caso contrario) la trasmissione al Presidente del Tribunale per l’assegnazione allo stesso giudice-persona fisica; per altro, l’obbligatorietà della riunione delle cause in questa materia – sancito in linea generale dal disposto dell’art. 151 disp. att. c.p.c. e, dunque, senza dubbio applicabile anche nel nuovo procedimento in esame.
 
L'omologazione parziale, inoltre, soddisfa comunque l’interesse dell’invalido ad ottenere quanto prima almeno una delle prestazioni richieste e consentirebbe di considerare effettivamente soccombente, nel successivo giudizio di merito, la parte che avesse proseguito in quella sede non accontentandosi dell’accertamento parzialmente favorevole ottenuto in sede di A.T.P. ed omologato dal giudice e non ottenesse quanto richiesto.
 
Al contrario, ove non si procedesse all’omologazione parziale della parte dell’accertamento non contestata, il ricorrente risulterebbe comunque vincitore (pur se solo parzialmente) nel giudizio di merito, anche se quest’ultimo avesse, quanto al requisito sanitario, lo stesso esito della precedente fase di accertamento tecnico.
 
D'altronde, l'omologazione parziale ha l'ulteriore effetto di non esporre la parte al rischio che, in sede di merito, mancando un “punto fermo” costituito dalla omologazione dell’accertamento sanitario nella parte non contestata, dovrebbe esaminarsi ex novo la sussistenza dei requisiti della prestazione richiesta oggetto del giudizio, con la conseguenza che, non costituendo l’A.T.P. già compiuto un vincolo immodificabile, potrebbe anche giungersi ad una valutazione del tutto difforme (anche in peius) rispetto a quella indicata dal consulente nominato in sede di accertamento tecnico.
 
Alla luce delle suesposte considerazioni, l’opposta opzione interpretativa che nega la possibilità di omologare solo parzialmente le risultanze dell’accertamento tecnico  appare contraria sia all’intenzione del legislatore – che è chiaramente quella non solo di snellire i procedimenti giudiziali relativi alle prestazioni assistenziali e previdenziali, ma anche di ridurre i costi sia per l’ente che per la giustizia nel suo complesso – sia al criterio di ragionevolezza che deve informare l’interpretazione di ogni norma (il cui tenore letterale, per altro, non impone una interpretazione che precluda la possibilità di una omologazione parziale).
 
 
Argomenti correlati
 
 
 
  





Segnala su OK Notizie!Reddit!Del.icio.us! Facebook!
 

 CERCA ANCORA IN QUESTO SITO

Ricerca personalizzata
Previdenza Professionisti | Diritto Penale | Diritto Amministrativo | Diritto di Famiglia