Ricerca























mod_vvisit_counterVisite Oggi606
mod_vvisit_counterDal 12/06/0913427768

 CERCA IN QUESTO SITO

Ricerca personalizzata
Il contratto d'assicurazione

Argomenti correlati

contratto di assicurazione

assicurazione sulla vita

clausole calims made

la disdetta della polizza assicurativa

il codice delle assicurazioni

Il contratto di assicurazione, ai sensi dell'art. 1882 c.c., è il contratto con il quale l'assicuratore, a fronte del corrispettivo del premio, si impegna ad indennizzare l'assicurato del danno che potrà subire a causa di un sinistro o a corrispondergli un capitale o una rendita al verificarsi di un evento riguardante la vita umana.

Elemento essenziale del contratto di assicurazione è la sua natura aleatoria essendo la prestazione dell'assicuratore legata, nell'an e nel quantum, ad un evento incerto.

Il contratto di assicurazione, oltre che aleatorio, è consensuale, a prestazioni corrispettive, oneroso, di durata, ad esecuzione continuata e non formale.

Le parti del contratto di assicurazione sono l'assicuratore (che deve essere un istituto di diritto pubblico, una società per azioni, una società cooperativa a responsabilità limitata o una società mutua di assicurazione) e l'assicurato che può essere anche persona diversa dal contraente la polizza.

Elemento essenziale, sia sotto il profilo strutturale che sotto il profilo causale, del contratto di assicurazione è il rischio e, cioè, la possibilità del verificarsi dell'evento sfavorevole dedotto nel contratto d'assicurazione.

La mancanza originaria del rischio determina la nullità del contratto d'assicurazione, la sopravvenuta mancanza determina lo scioglimento del contratto d'assicurazione.

Il premio è il corrispettivo dovuto all'assicuratore; esso è composto da una componente (c.d. premio puro) che rappresenta il valore di un rischio medio e da una seconda componente che è rappresentata dal caricamento operato dall'assicuratore (spese e utile).

Il mancato pagamento determina la sospensione del contratto d'assicurazione; il protrarsi dell'inadempimento oltre i sei mesi determina, ove l'assicuratore rimanga inerte, la risoluzione del contratto.

La polizza è il documento probatorio del contratto d'assicurazione che, ai sensi dell'art. 1888 c.c. deve essere provato per iscritto. La polizza viene predisposta dall'assicuratore e deve essere consegnata all'assicurato.





Segnala su OK Notizie!Reddit!Del.icio.us! Facebook!
 

 CERCA ANCORA IN QUESTO SITO

Ricerca personalizzata
Previdenza Professionisti | Diritto Penale | Diritto Amministrativo | Diritto di Famiglia