Ricerca























mod_vvisit_counterVisite Oggi82
mod_vvisit_counterDal 12/06/0913867665

 CERCA IN QUESTO SITO

Ricerca personalizzata
le prestazioni per invaliditā civile - il quadro generale
Le prestazioni per invalidità civile - il quadro generale - la pensione di inabilità, l'assegno di invalidità, l'indennità di accompagnamento, l'indennità di frequenza

 

Argomenti correlati

 
 
 
 
 
 
Le prestazioni economiche assistenziali per l'invalidità civile sono disciplinate da un quadro normativo assolutamente frammentario e sovente interessate da interventi giurisprudenziali (sepcie con riferimento all'indennità di accompagnamento ) atti a chiarire l'ambito dei beneficiari ed i presupposti per la concessione delle provvidenze.

L'ordinamento previdenziale ed assistenziale vigente prevede le seguenti prestazioni per invalidità civile:

a) la pensione di inabilità (art. 12 L. n. 118/1971; art. 14 septies della L. n 33/1980; art. 8 del D.Lgs. n. 509/88; art. 3 L. n. 407/90; art. 12 L. n. 412/1991).
 
La prestazione spetta per tredici mensilità agli invalidi civili totalmente e permanentemente inabili al lavoro, di età compresa tra i 18 e i 65 anni, con redditi non superiori ad una certa soglia ed anche se ospitati in case di cura;

b) l'assegno di invalidità (art. 13 L. n. 118/71; art. 14 septies L. n 33/80; artt. 8 e 9 D.Lgs. n. 509i/88; art. 3 L. n 407/90; art. 12 L. n. 412/91; art. 1, commi 35 e 36, L. n 247/2007).
 
Si tratta di un assegno mensile (per tredici mensilità) a favore di invalidi di età compresa tra i 18 e i 65 anni, con percentuale di invalidità pari o superiore al 74% che non svolgono attività lavorativa e spettante per il tempo in cui tale condizione sussiste e semprechè non posseggano redditi superiori ad un certo limite;

c) indennità di accompagnamento (L. n. 18/80; L. n 392/84; L. n 508/88; L. n. 289/90; L. n. 429/91).

Si tratta di un assegno mensile spettante ai soggetti invalidi civili al 100% e che, in aggiunta, siano impossibilitati a deambulare senza l'aiuto permanente di un accompagnatore, ovvero, non essendo in grado di compiere gli atti quotidiani della vita, necessitino di assistenza continua.
Non è soggetta nè a limiti di età, nè a limiti di reddito è incompatibile con il ricovero gratuito in istituto;

d) indennità mensile di frequenza (L. n. 289/90; L. n. 412/1991).
 
Spetta ai minori degli anni diciotto che presentino difficoltà persistenti a svolgere i compiti e le funzioni proprie della loro età, nonchè ai minori ipoacusici che debbano fare ricorso a trattamenti riabilitativi o terapeutici. E' subordinata agli stessi limiti di reddito previsti per l'assegno mensil di invalidità.

In caso di pluriminorazione, è in facoltà di chiedere più di una provvidenza ma il medesimo presupposto non può contemporaneamente legittimare l'erogazione di una molteplicità di prestazioni a titolo di invalidità civile.

 

Argomenti correlati

 
 
 
 




Segnala su OK Notizie!Reddit!Del.icio.us! Facebook!
 

 CERCA ANCORA IN QUESTO SITO

Ricerca personalizzata
Previdenza Professionisti | Diritto Penale | Diritto Amministrativo | Diritto di Famiglia