Ricerca























mod_vvisit_counterVisite Oggi49
mod_vvisit_counterDal 12/06/0913215607

 CERCA IN QUESTO SITO

Ricerca personalizzata
Il mutuo dissenso

 


Il mutuo dissenso è la modalità generale indicata dall’art. 1372 del codice civile per la risoluzione deì contratti.

Secondo la più recente giurisprudenza il contratto di mutuo dissenso, con il quale le parti risolvono un loro precedente contratto, deve rivestire, come negozio di secondo grado, la medesima forma del contratto da risolvere. Secondo la prevalente dottrina, invece, il mutuo dissenso, essendo un contratto a causa legalmente tipica, non dovrebbe seguire la forma imposta con riferimento alla causa del contratto da risolvere (secondo questa tesi il mutuo dissenso con il quale le parti intendono risolvere una donazione non richiede la forma dell’atto pubblico con testimoni).

La dottrina ha, inoltre, posto in rilievo che il mutuo dissenso può, a rigore, rappresentare una causa di risoluzione dei soli contratti ad effetti obbligatori e non dei contratti ad effetti traslativi. In materia, infatti, si è posto in evidenza come i contratti ad effetti traslativi esauriscano la loro funzione nel momento in cui viene prestato il consenso, sicchè, con riferimento ad essi, può solo ipotizzarsi un contratto ad effetti opposti a quelli traslativi già prodotti e non il mutuo dissenso che, come causa risolutiva tipica del contratto, presuppone che il rapporto giuridico sussista e permanga in vigore.

A seguito del mutuo dissenso il rapporto giuridico costituito con il contratto viene meno con effetto retroattivo ma sono fatti salvi i diritti dei terzi.

Le parti debbono procedere con le restituzioni delle prestazioni eventualmente ricevute a far tempo dall’accordo di mutuo dissenso. 

 





Segnala su OK Notizie!Reddit!Del.icio.us! Facebook!
 

 CERCA ANCORA IN QUESTO SITO

Ricerca personalizzata
Previdenza Professionisti | Diritto Penale | Diritto Amministrativo | Diritto di Famiglia