Ricerca























mod_vvisit_counterVisite Oggi547
mod_vvisit_counterDal 12/06/0913173150

 CERCA IN QUESTO SITO

Ricerca personalizzata
Proposta accettazione nel contratto

 

Argomenti correlati

trattative e puntuazione


proposta e accettazione


conclusione del contratto mediante inizio di esecuzione



il contratto di opzione



il contratto unilaterale



l'offerta al pubblico



obbligo a contrarre e contratto imposto



il contratto per adesione

Proposta e accettazione del contratto sono gli atti che concorrono alla formazione dell'accordo diretto a costituire modificare od estinguere rapporti giuridici patrimoniali. 

L'art. 1326 c.c. stabilisce che il contratto è concluso nel momento in cui la parte che ha fatto la proposta ha conoscenza dell'accettazione dell'altra.

L'accettazione deve giungere al proponente nel termine indicato nella proposta o in quello necessario secondo la natura dell'affare o degli usi altrimenti è inefficace salva la facoltà,di annettere efficacia ad un'accettazione tardiva da parte del proponente, dando tempestivo avviso alla parte accettante.

Al riguardo, secondo parte della dottrina, l'avviso nei confronti dell'altra parte sarebbe un onere sicchè la mancanza dello stesso impedirebbe la formazione del contratto; secondo altra dottrina, invece, si tratterebbe di un obbligo il cui mancato rispetto darebbe esclusivamente titolo al risarcimento del danno, salvi gli effetti del contratto.

Ove nella proposta sia richiesta una particolare forma dell'accettazione, questa non ha effetto se è fatta in una forma diversa. Sempre sotto il profilo formale, ove il contratto richieda una determinata forma, proposta e accettazione dovranno rivestire la medesima forma.

La proposta decade in caso di rifiuto, in caso di mancata accettazione entro la scadenza del termine ed in caso di morte o sopravvenuta incapacità del proponente, salvo che la proposta sia irrevocabile ex art. 1329 c.c. in quanto, in tal caso la proposta resta ferma salvo che la natura dell'affare o gli usi ne escludano l'efficacia.

La proposta, in caso di morte o sopravvenuta incapacità anteriore all'accettazione, resta ferma anche se riguarda l'esercizio dell'impresa da parte di un imprenditore non qualificabile come piccolo imprenditore (cfr. l'art. 1330 c.c.).

La proposta e accettazione sono revocabili rispettivamente a condizione che, con riferimento alla proposta, la revoca avvenga prima della conclusione del contratto e, cioè,  prima che l'accettazione giunga nella sfera di conoscibilità del proponente e che, con riferimento all'accettazione, la revoca giunga nella sfera di conoscibilità del proponente prima dell'accettazione (cfr. art. 1328 c.c.).

La natura della proposta e dell'accettazione è discussa in dottrina. Secondo un opinione proposta e accettazione sarebbero atti negoziali unilaterali di natura recettizia; secondo altra tesi si tratterebbe di atti prenegoziali in quanto difetterebbe il requisito dell'immediata vincolatività. Le opinioni convergono sulla natura di manifestazione di volontà sia della proposta che dell'accettazione.

Più in particolare, secondo la tesi della negozialità di proposta e accettazione, la proposta è l'atto mediante il quale viene costituito in capo all'oblato il diritto potestativo di formare il contratto. In tal senso anche il rifiuto ha natura negoziale in quanto è il negozio abdicativo di quel diritto potestativo. Quanto alla natura recettizia di proposta e accettazione esse si reputano conosciute nel momento in cui giungono all'indirizzo del destinatario, se questi non prova di essere stato, senza sua colpa, nell'impossibilità di averne notizia.

Proposta e accettazione sono anche definiti come atti formativi del contratto e si distinguono dal contratto preliminare che viene, invece, definito come atto preparatorio.

La proposta deve contenere tutti gli elementi essenziali del contratto e l'accettazione deve essere conforme alla proposta altrimenti si considera come nuova proposta. Secondo un'autorevole dottrina, peraltro, l'accettazione non conforme alla proposta non implicherebbe il rifiuto della proposta originaria che potrebbe, dunque, essere successivamente accettata.

Argomenti correlati

trattative e puntuazione


proposta e accettazione


conclusione del contratto mediante inizio di esecuzione



il contratto di opzione



il contratto unilaterale



l'offerta al pubblico



obbligo a contrarre e contratto imposto



il contratto per adesione
   





Segnala su OK Notizie!Reddit!Del.icio.us! Facebook!
 

 CERCA ANCORA IN QUESTO SITO

Ricerca personalizzata
Previdenza Professionisti | Diritto Penale | Diritto Amministrativo | Diritto di Famiglia