Ricerca

























avvocati_domiciliatari_diritto_civile.jpg
mod_vvisit_counterVisite Oggi241
mod_vvisit_counterDal 12/06/0911801053

domiciliazioniprevprof.jpg

 CERCA IN QUESTO SITO

Ricerca personalizzata
Art 25 cc
Articolo 25 del codice civile, annotato con la giurisprudenza; il controllo dell'autorità governativa sulle fondazioni
 
     acquista on line
 
codice_civile_la_tribuna.jpg
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
art 25 cc
Controllo sull'amministrazione delle fondazioni.

[I]. L'autorità governativa esercita il controllo e la vigilanza sull'amministrazione delle fondazioni; provvede alla nomina e alla sostituzione degli amministratori o dei rappresentanti, quando le disposizioni contenute nell'atto di fondazione non possono attuarsi; annulla, sentiti gli amministratori, con provvedimento definitivo, le deliberazioni contrarie a norme imperative, all'atto di fondazione, all'ordine pubblico o al buon costume; può sciogliere l'amministrazione e nominare un commissario straordinario, qualora gli amministratori non agiscano in conformità dello statuto e dello scopo della fondazione o della legge (1).
[II]. L'annullamento della deliberazione non pregiudica i diritti acquistati dai terzi di buona fede in base ad atti compiuti in esecuzione della deliberazione medesima [1445, 2377 7, 2391 3].
[III]. Le azioni contro gli amministratori per fatti riguardanti la loro responsabilità devono essere autorizzate dall'autorità governativa e sono esercitate dal commissario straordinario, dai liquidatori o dai nuovi amministratori.

Tribunale  Voghera 06 giugno 2001

In relazione alla domanda di annullamento delle deliberazioni di una fondazione, il giudice ordinario difetta di giurisdizione nei confronti della p.a., a causa del potere di controllo a quest'ultima attribuito dall'art. 25 c.c.


Tribunale  Roma 04 novembre 1998


Non sussiste la giurisdizione del giudice ordinario in ordine alla domanda di accertamento della mancanza di uno degli elementi caratterizzanti la fondazione (nella specie l'idoneità dello scopo), posto che l'accertamento e la valutazione dell'esistenza di tali elementi sono demandanti dalla legge alla autorità governativa sia con riguardo al momento genetico che durante la vita dell'ente. Sussiste, invece, la giurisdizione del giudice ordinario in ordine alla domanda di accertamento dell'esistenza di vizi incidenti sulla validità dell'atto di fondazione (nella specie censurato come atto in frode alla legge).





Segnala su OK Notizie!Reddit!Del.icio.us! Facebook!
 

 CERCA ANCORA IN QUESTO SITO

Ricerca personalizzata
Previdenza Professionisti | Diritto Penale | Diritto Amministrativo | Diritto di Famiglia