Ricerca

























avvocati_domiciliatari_diritto_civile.jpg
mod_vvisit_counterVisite Oggi1723
mod_vvisit_counterDal 12/06/0911790737

domiciliazioniprevprof.jpg

 CERCA IN QUESTO SITO

Ricerca personalizzata
memoria difensiva lavoro con domanda riconvenzionale
TRIBUNALE DI ....

- Sezione lavoro -

MEMORIA DIFENSIVA

(CON DOMANDA RICONVENZIONALE)

Per

...., in persona del legale rappresentante pro tempore, sig. ...., nato a ...., il ...., corrente in .... alla via ...., rappresentata e difesa giusta procura a margine del presente atto dall'avv. .... C.F. .... [indicare il codice fiscale del difensore ai sensi delle modifiche all'art. 125 c.p.c., introdotte dall'art. 4, comma 7, d.l. n. 93/2009, convertito in l. n. 24/2010], presso il cui studio in .... alla via .... elegge domicilio per tutti gli effetti di legge;

- resistente -

contro

il sig. ...., rappresentato e difeso dall'avv. ....

- ricorrente -


Fatto e diritto

Con ricorso notificato il.............il ricorrente chiedeva accertarsi la nullità del licenziamento orale asseritamente intimato in data..............

Esponeva, a sostegno della daomanda svolta, che, a seguito di un diverbio intercorso con il dirigente, Sig.........gli sarebbe stato intimato, oralmente, da parte del DG interpellato il licenziamento con invito a raccogliere i propri effetti personali ed a lasciare immediatamente i locali dell'azienda.

Esponeva, altresì, di aver impugnato il licenziamento in data.............

Con la presente memoria di costituzione si costituisce la società convenuta come soprarappresentata e difesa onde contestare i fatti dedotti da controparte a sostegno della propria domanda.

A) Sull'esatta ricostruzione della vicenda

Controparte assume che gli sarebbe stato intimato il licenziamento in forma orale in data...........a seguito di un diverbiuo con il proprio dirigente da parte del DG Sig..............

Invero, a seguito del riferito diverbio, peraltro integralmente addebitabile alla condotta negligente di parte ricorrente il quale aveva contravvenuto alle direttive del diretto superiore omettendo di......, il DG ha invitato il ricorrente ad ottemperare senza ulteriore indugio alle direttive lavorative impartite.

Il ricorrente, già evidentemente alterato, si è allora allontanato dall'azienda senza richiedere alcun permesso.

Solo due giorni dopo ha recapitato la lettera con la quale impugnava un licenziamento in realtà mai intimato.

Con lettera del.................la resistente ha contestato di aver mai intimato l'impugnato licenziamento ed invitava parte ricorrente a riprendere servizio.

Ne consegue l'infondatezza della domanda di parte ricorrente e il diritto della parte resistente a paercepire l'indennità di mancato preavviso nella misura prevista dal CCNL

P.T.M.

Voglia il Giudice adito, fissare una nuova udienza di discussione della causa ai sensi e per gli effetti dell'art. 418 c.p.c. e, all'udienza di discussione accogliere le seguenti

CONCLUSIONI

1) rigettare la domanda avversaria in qua nto infondata in fatto e diritto

2) in accolgimento della spiegata domanda riconvenzionale condannare il Sig..............a corrispondere alla società...........la somma di Euro...........oltre interessi di legge a titolo di indennità di mancato preavviso; con vittoria di spese competenze ed onorari

In via istruttoria si producono i seguenti documenti.................


Ci si oppone alla richiesta prova testimoniale di controparte in quanto i capitoli di prova sono tutti valutativi e generici:

Senza inversione dell'onere della prova si chiede di essere ammessi alla prova per testi sulle seguenti circostanze di fatto:

1) Vero che.................


2) Vero che...........


[luogo e data] ....

L'Avvocato [firma] ....




Segnala su OK Notizie!Reddit!Del.icio.us! Facebook!
 

 CERCA ANCORA IN QUESTO SITO

Ricerca personalizzata
Previdenza Professionisti | Diritto Penale | Diritto Amministrativo | Diritto di Famiglia